lunedì 15 dicembre 2014

Buon anno 2015



«Che fai a Capodanno?»
«Vado ad una festa di amici in una casa in campagna»

Dopo aver esordito con la classica domanda che ognuno di noi riceve 10 volte al giorno da metà dicembre in poi e con la classica risposta che viene data, aggiungo di cuore :

Buon anno 2015 a tutti voi

Vi auguro un futuro pieno di salute, serenità, amore..  soldi a palate, un’isola personale, un jet privato, 45 Ferrari, una interminabile fila di top-model che vi fanno la corte, una villa a Porto Cervo, uno yacht a Porto Rotondo, un ombrellone a Porto Potenza.

Siate felici, sempre circondati dagli affetti dei vostri cari, accompagnati dalle persone che vi vogliono bene..  in una crociera intorno al mondo della durata di sei mesi sulla “Imperial Transatlantic Luxury Line”.

Magari datevi una regolata il 31 sera, vi assicuro che non succederà nulla di nefasto e che tutti i miei precedenti auspici a voi rivolti si avvereranno anche se :

1)  tornate a casa prima delle 9 di mattina del giorno seguente..
2)  non percorrete 800 km di strada per raggiungere la festa più cool..
3)  non fate esplodere “bombe Maradona”, candelotti di dinamite e fucilate a destra e manca, con la scusa dei fuochi dell’ultimo dell’anno..
4)  tornate a casa senza essere completamente mbriachi..

Poi mi raccomando, allo scoccare della mezzanotte è d’obbligo l’invio selvaggio del messaggino di auguri, sempre quello, memorizzato da anni, standard per tutti.
Meglio ancora se il destinatario vi è praticamente ignoto o lo sentite una volta l’anno, appunto in questa occasione.
Un click e l’etere si intoppa così tanto da far arrivare il classico “Tanti auguri, buon anno“ anche due o tre giorni dopo. Ben fatto.


PS : per il cenone dell’ultimo dell’anno vi consiglio un locale eccezionale, il ristorante : “Dacce li soldi” di Antonietto Gatto e Pierello Volpe.
Il menù è da leccarsi i baffi :
- ravioloni di ricotta australiana ai funghi porcini del Lago di Pilato
- chitarra al ragù di stambecco con pecorino stagionato in grotta polare eremitica
- rotolino di tacchinella al finocchietto selvatico in crosta di sale marino dell’ Himalaya
- nodino carpacciato di scottona di Pollenza con crema al basilisco
- tortino di patate al guanciale di porcello con filetto di vitellino di Montefortino
- prosciuttello di maiale arrostito in porchetta con topinambur al forno
- filetto di manzo su pan bauletto al caprino, con fondo di cipolline dolci affumicate
- crepes suzette flambate all’arancia e Chinotto, con cioccolato e zucca all’amaretto

Su richiesta menù di pesce (stra-congelato).

Il tutto viene proposto a soli 385 euro, compresi lo spumante Sperone a mezzanotte e le trombette colorate. Si accettano pagamenti anche in comode rate mensili, cessioni del quinto e mutui ventennali.


Ci sentiamo l’anno prossimo.





3 commenti:

  1. Ahahahahahahahahaha il menù mi ha fatto sganasciare dalle risate...soprattutto il Pan Bauletto.. ahahahahahaha Buon anno professore!!!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha ha! Grazie, un 2015 da favola è il mio augurio per te.

      Elimina